Siamo nel nuovo numero di TECNÈ che ci ha dedicato il servizio di copertina!



Nel nostro blog riportiamo il testo integrale dell'articolo.

Una proposta diversificata

Dall’assistenza alla ricambistica, dall’elettronica alla meccanica, fino all’automazione: Assistec ha saputo ampliare costantemente la propria offerta di servizi, identificandosi così come partner completo per le necessità delle moderne officine meccaniche.

di Andrea Pagani

 

Il mondo manifatturiero è alla costante ricerca di competenze: negli operatori, tra i consulenti, con i fornitori. Chiunque sia in grado di mettere a disposizione una elevata conoscenza tecnica, potrà contare su una marcia in più per affrontare le sfide di mercato.

Antonio La Placa ha saputo capitalizzare questo vantaggio: dopo 20 anni di lavoro in Germania come tecnico Fanuc, fornendo assistenza qualificata a centinaia di aziende, è rientrato in Italia e ha imboccato la strada dell’imprenditoria. Ha infatti proseguito il proprio percorso offrendo un servizio di assistenza tecnica elettronica su macchine utensili CNC per asportazione di truciolo dotate di componentistica Fanuc (controlli numerici, motori, azionamenti, alimentatori, schede elettroniche) e, nel 1998, ha fondato Assistec.

 

Una storia di crescita imprenditoriale

Ben presto appare evidente come l’idea di Antonio La Placa sia vincente: nel pieno dello sviluppo dell’elettronica e dell’automazione nelle officine meccaniche, poter contare su un servizio di assistenza competente e qualificato si rivela fondamentale.

Entra così in squadra anche il figlio Dario. Dario dà all’attività un ulteriore impulso, tanto da richiedere l’ingresso di altri tecnici per supportare il crescente numero di aziende che si rivolgono ad Assistec.

Complice anche la creazione di un laboratorio per la riparazione di ricambi elettronici FANUC, il business si espande. Al classico servizio di assistenza si affianca quello di riparazione e gestione ricambi. Quest’ultimo amplia notevolmente il bacino di attività dell’azienda, poiché i ricambi vengono ora rigenerati e riparati sia per gli interventi tecnici Assitec, che per essere venduti direttamente, a quelle aziende che dispongono di un reparto manutenzione interno, e a quelle realtà che si occupano di service ma che non possiedono un magazzino o un laboratorio in grado di rigenerare l’hardware (prima solo a banco, poi ora anche tramite un servizio dedicato di e-commerce).

Insieme ad altro personale tecnico, dedicato alle riparazioni e all’assistenza presso i clienti, entrano in azienda con ruoli rispettivamente amministrativi e commerciali gli altri due figli di Antonio, Shaila e Lorenz.

Oggi, Assistec, gestita dalla Nuova Generazione, conta circa 30 addetti, ed ha allargato la storica competenza in ambito CNC Fanuc all’assistenza, riparazione e vendita di componenti del brand Mitsubishi Electric e alla gestione della manutenzione anche delle parti meccaniche delle macchine utensili a controllo numerico.

 

Il laboratorio, cuore tecnologico dell’azienda

Gran parte del vantaggio competitivo di Assistec proviene dal laboratorio per la riparazione di ricambi elettronici Fanuc e Mitsubishi.

Qui uno staff esperto di ingegneri e tecnici altamente specializzati e costantemente formati analizza i componenti guasti, li ripara e li consegna in tempi rapidi, con una garanzia fino a 24 mesi.

La disponibilità di attrezzature di ultima generazione, unita alla competenza del personale, permette di riparare ogni genere di apparecchiatura in ambito CNC: azionamenti e motori per assi e mandrini, schede di potenza, alimentatori, controlli numerici e Mapps.

Potendo contare su una struttura interna, la velocità di esecuzione ne trae grande beneficio: tipicamente sono sufficienti 2 o 3 giorni per effettuare le riparazioni necessarie e spedire il tutto al cliente, che può così ridurre al minimo i tempi di fermo impianti. Per diminuire ulteriormente l’attesa, è sempre disponibile il servizio di vendita di componenti ricondizionati, anche con permuta del guasto.

 

Arrivano i robot

In pochi anni Assistec è diventata una realtà in grado di fornire molteplici servizi: assistenza tecnica elettronica e meccanica, riparazione e rigenerazione di componentistica e fornitura ricambi.

Lo step successivo è stato un passaggio naturale. Le richieste vertevano sempre più verso l’integrazione di sistemi di automazione, come l’aggiunta di opzioni (tavole 4° e 5° asse) e il relativo adeguamento per la gestione del software a bordo macchina oppure l’interfacciamento delle macchine utensili con robot.

Questo know how ha fatto da base per la creazione di un’apposita divisione dedicata alla progettazione e realizzazione di isole robotizzate, naturalmente con robot Fanuc.

Le nuove soluzioni, denominate Plug & Play, sono macchine già industrializzate, ma che offrono comunque un ottimo livello di personalizzazione. Come il nome stesso lascia intuire, sono anche semplici da installare e da programmare.

La totale integrazione tra magazzino e robot, le dimensioni compatte e il monitoraggio tramite laser scanner, che tendenzialmente non richiede barriere fisiche di protezione, riduce notevolmente i tempi di installazione, collaudo ed avvio della produzione.

All’interno della gamma Plug & Play è presente anche una linea dotata di cobot, i moderni robot che consentono una interazione totale tra uomo e cella robotizzata: massima espressione dell’automazione flessibile e sicura, con applicazioni in molteplici settori. Assistec li propone per l’asservimento macchina utensile e manipolazione pezzo nelle officine meccaniche, installati su banchi mobili facilmente spostabili. L’utente finale può così svincolare l’automazione da una specifica macchina, ricollocandola e impostandola con facilità dove serve.

A tal proposito, il tema della programmazione merita un approfondimento: i cobot ci hanno abituati a una maggiore semplicità di utilizzo. In Assistec sfruttano il già evoluto software Fanuc, sul quale sono stati aggiunti dei nuovi tool che consentono di programmare in autoapprendimento. Non occorre quindi scrivere righe di codice, ma sarà sufficiente muovere manualmente il robot e selezionare le opportune opzioni (apri o chiudi pinza, attiva attuatore ecc.) per ottenere il relativo programma.

Tutto ciò nell’ottica di lasciare al cliente la massima autonomia operativa. Naturalmente tra i compiti dei tecnici Assistec c’è anche quello l’assistenza in caso di necessità, quindi sono sempre pronti nel contribuire allo sviluppo di nuove applicazioni.

La Famiglia delle celle robotizzate Assistec Robofeed Custom è stata recentemente arricchita dal nuovo concetto “Flexi”: un’isola robotizzata modulare che si adatta alle necessità tecniche e di layout di qualsiasi officina meccanica in un’ottica di riduzioni di costi e ottimizzazione dei risultati.

Queste isole sono letteralmente componibili, in base alle necessità applicative: includono l’automazione vera e propria (il robot), gli attuatori, gli accessori e ulteriori stazioni per carico/scarico, pallettizzazione, visione 3D, finitura e controllo qualità, oltre che svariate tipologie di magazzino pezzi (cassettiere, bancali, Modula, scaffali….)

Dove le soluzioni standard non arrivano, Robofeed Flexi rappresenta la soluzione capace di assecondare le richieste dei clienti, riducendo i tempi di progettazione e assicurando performance elevate ad un costo contenuto


4.0 ready

Come è facile immaginare, si tratta di soluzioni che rispondono ai requisiti di Industria 4.0: dispongono infatti di sistemi aperti per l’interfacciamento con il MES aziendale.

Consapevoli del fatto che non tutte le realtà industriali possono vantare una adeguata struttura informatica, in Assistec hanno previsto una alternativa veloce da implementare e di facile utilizzo. Si tratta di un’ App che fornisce potenti strumenti software di analisi, gestione, archiviazione e monitoraggio dei dati macchina, il tutto attraverso una interfaccia intuitiva con un semplice abbonamento annuale.

Il software consente di eseguire analisi statistiche legate a tipologie e quantità di prodotti realizzati, oltre a segnalare in tempo reale tramite notifiche push (e-mail, SMS) eventuali eventi stabiliti, come stop inattesi, esaurimento magazzino pezzi ecc.


Un unico interlocutore

Sul mercato esistono molte aziende che si occupano di assistenza elettronica o meccanica, di automazione avanzata o di integrazione su macchine esistenti.

Difficile però trovare qualcuno che sia in grado di offrire contemporaneamente tutti questi servizi.

Crescendo e sviluppando internamente ciascuna di queste competenze, Assistec ha gettato le basi per una proposta a 360 gradi per le aziende manifatturiere.

Un approccio che punta non solo a consolidare i business già acquisiti, ma a svilupparne di nuovi per offrire sempre più risposte alle aziende.

In un momento storico nel quale le macchine utensili sono in grado di assicurare prestazioni elevatissime, essere limitati dalla mancanza di automazione può risultare quasi anacronistico. Ecco perché Assistec ha le carte in regola per diventare un partner completo per le officine meccaniche italiane.

 

LEGGI LA RIVISTA ONLINE >>

Post Recenti


  • Programmazione CNC: dalle basi alle strategie avanzate

    Programmare una macchina a controllo numerico, altrimenti conosciuta con l’acronimo di macchina CNC, non è un’operazione semplice e richiede un certo grado di esperienza sul campo. Quando si parla di programmazione CNC si fa riferimento al processo di creazione di comandi informatici, generalmente G-code, impiegati per controllare questi strumenti di produzione automatizzati, in grado di svolgere operazioni precise e complesse, spesso rivolte al settore della metalmeccanica, come taglio, fresatura e foratura su vari materiali. Fanno parte di queste istruzioni: informazioni sui movimenti dell’utensile, sulla velocità del mandrino, sugli avanzamenti, sui cambi utensile e su altri parametri necessari per eseguire una lavorazione specifica. Ogni processo della programmazione della macchina utensile CNC viene effettuato attraverso un dispositivo elettronico integrato, solitamente un computer di bordo.

  • Un unico partner evoluto

    Da quando è stata fondata 25 anni fa, Assistec ha sviluppato il proprio servizio di assistenza con proposte sempre più innovative. Oggi l’azienda si distingue anche per l’offerta di celle robotizzate modulari e un concetto di assistenza avanzata

    di Andrea Pagani

    L’evoluzione è alla base dell’adattamento e della sopravvivenza delle specie. Vale in biologia così come nelle dinamiche economiche e industriali: cambiano i mercati, si aggiornano le tecnologie, si evolvono le aziende.La storia di Antonio La Placa è un esempio lampante di tale capacità evolutiva: dopo aver maturato una lunga esperienza in Germania come tecnico FANUC, nel 1998 è infatti tornato in Italia dove ha fondato Assistec. Inizialmente concentrato sull’assistenza tecnica elettronica di macchine utensili CNC per asportazione di truciolo dotate di componentistica FANUC (controlli numerici, motori, azionamenti, alimentatori, schede elettroniche), ben presto ha ampliato la propria offerta con servizi aggiuntivi sempre più avanzati.

  • Dal 06 al 08 Marzo a Bolognafiere, torna MECSPE 2024, il più grande appuntamento dedicato alle innovazioni per l’industria manifatturiera.
     

    Assistec sarà presente alla fiera con uno stand al Padiglione 30, Stand A54.

    Allo stand Assistec sarà possibile scoprire le ultime novità in fatto di sistemi di automazione e controllo per l'industria manifatturiera.

    Visitate il nostro stand per saperne di più!