Breve storia della robotica industriale



Origini e sviluppi dell’automazione

I robot sono tra noi! E da diverso tempo ormai. Dall’antichità ad oggi, questi strumenti innovativi ci aiutano ogni giorno a migliorare il nostro stile di vita e le condizioni di lavoro, ottimizzando i processi produttivi industriali. Nonostante le origini remote, il loro nome è piuttosto recente. Il termine “robot” venne infatti introdotto nel 1920 dallo scrittore Karel Čapek, nel suo racconto “I robot universali di Rossum”. Prima di allora però, gli automi erano già largamente conosciuti, almeno a livello teorico.

Il concetto di vita artificiale era fortemente presente nella mitologia greca e nella cultura popolare ebraica, ma fu soltanto intorno al 60 A.C. con Erone di Alessandria che venne sviluppato il primo automa meccanico. Si trattava di un carro a tre ruote in grado di seguire un percorso prestabilito. Le ricerche furono poi riprese e sviluppate da Leonardo da Vinci nel 1478, quando il celebre scienziato progettò quello che tutt’oggi è considerato come il primo vagone semovente, azionato da meccanismi a molla, e il cavaliere meccanico, un umanoide che avrebbe dovuto eseguire diversi movimenti. Oltre a loro, sono state innumerevoli le figure storiche ad essersi distinte in questo campo, tra cui: il filosofo Aristotele, l’inventore cinese Su Song, il francese Jacques de Vaucanson, fino ai più contemporanei W. Grey Walter e Ichiro Kato.

La robotica moderna

Grazie alla continua innovazione meccanica e tecnologica, i robot hanno acquisito sempre più autonomia ed efficienza, trasformando in realtà l’antico immaginario di interazione con l’essere umano. Basti pensare al robot umanoide Baxter, dotato di due braccia e di un '”viso” su schermo LCD, o alla linea Spot di Boston Dynamics, un robot a quattro zampe molto agile, in grado di salire le scale da solo e attraversare terreni accidentati con facilità. Questi strumenti sono stati progettati per lavorare al fianco delle persone, aiutandole e aprendo la strada a nuovi sviluppi.

L’introduzione dei robot nelle industrie

Furono George Devol e Joe Engelberger, due ingegneri statunitensi, a sviluppare negli anni cinquanta il primo braccio robotico programmabile che condusse, poco tempo dopo, alla creazione di UNIMATE, il primo robot industriale. Fu la General Motors a introdurlo, nel 1961, all’interno della sua linea di assemblaggio. Il suo compito era quello di svolgere azioni ripetitive e pericolose sulla linea di produzione automobilistica. Nel 1978 poi arrivò il modello SCARA (Selective Compliance Assembly Robot Arm), considerato rivoluzionario all’epoca per il suo movimento a 4 assi ideale per le applicazioni pick & place.

Da allora sono stati fatti innumerevoli passi avanti, con l’arrivo sul mercato di strumenti sempre più potenti e multifunzionali, che hanno inaugurato l’era delle smart factory e dell’Industria 4.0. Oggi i robot vengono ampiamente utilizzati in diversi settori industriali, dalla moda all’automotive, fino all’aeronautica e all’aerospaziale, affermandosi come soluzione leader per l’automazione e continuando ad evolvere per garantire le migliori prestazioni possibili.

La robotica industriale secondo Assistec

Noi di Assistec mettiamo a disposizione dei clienti tutto il nostro know-how, appreso in oltre 25 anni di assistenza tecnica e di system integrator, per progettare e realizzare le automazioni del parco macchine utensili CNC. Grazie alla nostra linea Robofeed, che comprende isole robotizzate all’avanguardia e dalle caratteristiche tecniche uniche, come Robofeed A20 e Robofeed C10, garantiamo un asservimento della macchina a 360°.

Contattaci per maggiori informazioni o chiamaci al 0522 989436.

Post Recenti


  • BREVE STORIA DELLA ROBOTICA INDUSTRIALE

    Grazie alla continua innovazione meccanica e tecnologica, i robot hanno acquisito sempre più autonomia ed efficienza, trasformando in realtà l’antico immaginario di interazione con l’essere umano.

  • FANUC CNC GUIDE: EFFICIENZA E PRODUTTIVITÀ CON LA SIMULAZIONE SU PC

    Nell'industria 4.0 la conoscenza specifica delle caratteristiche tecniche del parco macchine CNC è necessaria. Ecco perché FANUC ha deciso di sviluppare un nuovo software, chiamato FANUC CNC Guide. Oltre ad essere leader nel settore dell’assistenza elettronica e meccanica, con uno know-how specializzato nelle operazioni di system integration, Assistec è un rivenditore autorizzato di FANUC CNC Guide. 

  • IL PARTNER IDEALE PER SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

    Dal 1990, Montronix è fornitore leader nelle soluzioni di analisi processo e nel controllo utensile, nella protezione delle macchine e nell'analisi delle condizioni macchina. Da diverso tempo Assistec collabora con la società Montronix per soddisfare le richieste di System Integration all’interno del parco macchine utensili, come l’installazione di sistemi di tool monitor oppure di protezione dalle collisioni per il macchinario.